Carenza di ferro 

Come curare la carenza di ferro con una corretta alimentazione

Caterina Cellai

Caterina Cellai

Dietista

Laureata in Dietistica e specializzata in Alimentazione e Nutrizione Umana 

Grazie ai miei consigli alimentari riuscirai a trovare un perfetto equilibrio fra gusto e benessere, migliorando la tua forma fisica senza rinunciare ai piaceri della tavola.

La carenza di ferro è un problema che in tanti si ritrovano ad affrontare, come possiamo assumere il ferro con una corretta alimentazione? Il ferro in una corretta alimentazione è una parte molto importante e fondamentale per il benessere del nostro fisico. Sappiamo quanto sia importante, ma sappiamo valutare se abbiamo un’alimentazione che garantisca il sufficiente apporto di ferro?

La carenza di ferro non è da sottovalutare ed è importante essere consapevoli di come apportare una giusta quantità attraverso l’alimentazione. Quando si parla di ferro, le classiche tabelle nutrizionali, in cui è riportato il contenuto medio del minerale nei vari alimenti, possono ingannare.

Perché ciò che conta, infatti, non è tanto la quantità di ferro assoluta, ma la sua biodisponibilità. Ovvero la percentuale effettiva che il nostro organismo riesce ad assorbire ed utilizzare.

La carne contiene ferro emico.

Caratteristiche del ferro e come combatterne la carenza

Il ferro presente negli alimenti è assorbito lentamente ed in misura ridotta (dal 5 al 10% del ferro ingerito). In più, l’assorbimento dipende dalla forma in cui esso si trova nell’alimento, infatti il ferro emico è meglio assorbito di quello non-emico. Il ferro emico è presente negli alimenti di origine animale mentre il ferro non-emico si trova soprattutto nei vegetali.

Il ferro emico è quello contenuto nella carne e nel pesce (ne troviamo molto anche nei molluschi tipo cozze e vongole).

Tra i vegetali più ricchi di ferro abbiamo:

  • Legumi (in particolare lenticchie e fagioli)
  • Verdure a foglia verde (in particolare spinaci, radicchio, broccolo, invidia)
  • Alcuni semi (in particolare i semi di zucca)
  • Alcuni cereali integrali (ad esempio i risi integrali tipici della Lombardia come il riso rosso hermes, il riso venere o anche la quinoa)
  • La soia (ad esempio i germogli)

Le verdure ricche di vitamine C aiutano ad assorbire il ferro.

Come combattere la carenza di ferro

Un modo per aumentare l’assorbimento del ferro dagli alimenti è quello di consumarlo insieme a nutrienti ricchi di Vitamina C (ad esempio agrumi o succo di limone). Quindi, aggiungere il succo di limone alla carne, al pesce, ma anche ai vegetali come gli spinaci, l’invidia etc. e consumare spesso agrumi può essere un trucco per aumentare i livelli di ferro assunti con l’alimentazione. In caso di carenze serie sarà, invece, necessaria l’integrazione con supplementazioni, prescritte da professionisti.

Ti potrebbero interessare anche:

Emotional Eating, quando il cibo è nella testa

Emotional Eating, quando il cibo è nella testa

Con il termine "emotional eating" si intende quel fenomeno per cui si sfoga nel cibo una sensazione negativa che non si riesce a gestire. Quando si sente il desiderio spasmodico di mangiare per un motivo diverso dalla fame, il cibo eletto è il cosiddetto "comfort...

leggi tutto
Allergie e Intolleranze Alimentari, cosa c’è di vero?

Allergie e Intolleranze Alimentari, cosa c’è di vero?

Quando si parla di Allergie e Intolleranze Alimentari la parola d'ordine è: non facciamoci prendere in giro. Circa il 25% degli italiani pensa di avere un'allergia o intolleranza alimentare, ma in realtà a soffrirne è solo il 4,5% della popolazione adulta e il 5-10%...

leggi tutto

Info e prenotazioni

Le Tariffe delle visite e dei controlli variano a seconda del Centro Medico in cui la prestazione viene erogata. Per qualunque tipo di informazione o domanda non esitare a contattarmi compilando il seguente modulo o scrivendo a die.caterinacellai@gmail.com